Conte rinuncia a 5 fucili, ma non agli F35. Il gesto troppo simbolico del premier a Rondine Cittadella della pace

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

“Confermo l’adesione alla campagna Leaders for Peace e vi porto un gesto piccolo, simbolico, ma concreto: cinque fucili. La nostra Difesa rinuncia all’acquisto di cinque fucili per sostenere la vostra campagna”. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in visita a Rondine Cittadella della pace (Arezzo) ha tenuto fede all’impegno (totalmente simbolico e privo di un impatto significativo visto che l’Italia ha deciso di dotarsi dei famigerati caccia F-35) preso a febbraio, quando firmò l’appello di “Leaders for Peace” dichiarando che avrebbe spostato il costo di un’arma dal bilancio della Difesa in borse di studio per formare leader di pace. “Chi ha responsabilità politiche di vertice come me deve dare segnali concreti”, ha detto il presidente.

“Non solo aderisco con questo gesto simbolico ma concreto, ma mi farò latore con gli altri leader di governo che incontrerò, cercando di diffondere la vostra iniziativa. Ne condivido i valori di fondo, quindi sarò vostro testimonial, con i leader di governo e i capi di stato”, ha poi aggiunto il premier annunciando un impegno del Governo nella mediazione in tutti gli scenari globali di conflitto, dalla Libia al Venezuela, ribadendo la convinzione che “la violenza non può che generare violenza. Non è possibile pensare di stabilizzare un paese con l’intervento militare”. Il raggiungimento della pace necessita di una “feroce determinazione”.

Mia Immagine

In effetti tale determinazione sembra mancare del tutto alla compagine di governo giallo verde, che continua a tollerare la costruzione nell’Iglesiente dei missili utilizzati dalla colazione Usa-Arabia Saudita in Yemen, cui vengono consegnati con triangolazioni illegali, mentre risulta che l’Italia ha ordinato almeno altri otto cacciabombardieri F-35 lo scorso 25 aprile attraverso il Pentagono USA portando a 26 il totale degli F-35 finora acquistati dall’Italia con una spesa all’incirca di 190 milioni di dollari per ciascun aereo.

“Non chiediamo il disarmo, altrimenti si confonderebbe l’obiettivo finale con il primo passo”, ha replicato a Conte il presidente di Rondine Franco Vaccari. “Rondine – ha concluso infine Vaccari – ha scelto di investire sul primo passo e sul valore del simbolo e siamo felici che questo sia arrivato proprio dal governo italiano”.

Alla visita erano presenti anche il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, l’imprenditore umanista Brunello Cucinelli e il segretario generale del ministero degli Esteri Elisabetta Belloni.

Tags

L’articolo Conte rinuncia a 5 fucili, ma non agli F35. Il gesto troppo simbolico del premier a Rondine Cittadella della pace proviene da FarodiRoma.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Daily Limit Exceeded. The quota will be reset at midnight Pacific Time (PT). You may monitor your quota usage and adjust limits in the API Console: https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/quotas?project=978152333605